Accreditamento riviste italiane

L’Accademia Italiana di Economia Aziendale  ha avviato nel gennaio 2008 un processo di accreditamento su base del tutto volontaria delle Riviste italiane.

Finalità dell’accreditamento

In un contesto scientifico che valorizza sempre più gli articoli pubblicati in riviste scientifiche che adottano sistemi rigorosi e “ciechi” di valutazione e selezione, si corre il rischio di una progressiva perdita di rilevanza delle riviste italiane nella diffusione della produzione scientifica economico-aziendale. Per evitare questo pericolo Aidea ha promosso un processo di accreditamento, al quale le riviste italiane possono aderire su base strettamente volontaria. La finalità del processo di accreditamento è quella di salvaguardare il ruolo delle riviste italiane nella diffusione della produzione scientifica ed evitare che i nostri migliori studiosi scelgano di indirizzare i loro contributi esclusivamente a riviste internazionali. Infatti attraverso l’accreditamento si potranno identificare le riviste che già sono in grado di soddisfare standard editoriali di qualità, generalmente condivisi anche a livello internazionale. Nel contempo viene indicato un percorso di progressivo adeguamento ai suddetti standard alle riviste che ancora non li adottano, ma intendono contribuire alla diffusione dei migliori risultati della produzione scientifica economico-aziendale.

Requisiti di accreditamento (aggiornati al 25/10/2013)

Presenza nel Comitato Editoriale e/o nel Comitato Scientifico di accademici autorevoli, italiani e stranieri

Attribuzione della Direzione scientifica ad un accademico di elevato profilo scientifico (che può anche non coincidere con il direttore responsabile)

Chiaro riferimento, fra gli obiettivi della rivista, all’avanzamento delle conoscenze scientifiche Esplicita indicazione delle modalità mediante le quali i paper vanno sottoposti alla rivista e delle caratteristiche dei processi di referaggio

Presenza di un organo collegiale responsabile delle procedure di gestione dei referaggi. In tale organo dovrebbero essere presenti rappresentanti di istituzioni di ricerca universitarie, nazionali e/o internazionali

Almeno doppio referaggio anonimo da parte di studiosi accademici impegnati nello stesso campo di studio del lavoro presentato

Rendicontazione periodica, almeno annuale, dei nominativi dei referee

Mantenimento nel tempo di un archivio dei referaggi

Presenza della rivista in modalità a pagamento in un numero significativo di Biblioteche delle Università italiane (per le riviste on line numero significativo di accessi al sito)

Vendita tramite abbonamento di almeno 1/3 (un terzo) della tiratura (per le riviste on line numero significativo articoli scaricati)

Periodicità almeno semestrale

Acquisizione del codice ISSN

Pubblicazione per ogni articolo di un abstract in inglese

Pubblicazione, per ogni articolo, della data di ricezione e della data di accettazione

Adozione di norme etiche riportate nel sito e comunicate agli autori, con particolare riferimento alla dichiarazione di originalità del lavoro sottoposto alla rivista, alla gestione dei conflitti di interesse e ai doveri dell’editore, dei revisori e degli autori.

Presentazione di un rendiconto annuale, definito dall’AIDEA, in merito al possesso dei suddetti requisiti nonché ad altre informazioni ritenute utili (ad esempio, n° papers ricevuti, n° papers accettati, etc.)

Disponibilità a rispondere ad eventuali richieste di informazioni e/o approfondimenti da parte di AIDEA

 

Per ogni ulteriore informazione e per la segnalazione di riviste interessate all’accreditamento si può prendere contatto con il prof. Francesco Giunta (francesco.giunta@unifi.it), referente del processo di accreditamento in seno al Consiglio direttivo AIDEA. 

Riviste accreditate al 23 maggio 2013