Modelli innovativi di banca nel sistema finanziario italiano: il caso Banca Mediolanum

1 marzo, 2008 0 comments
Obiettivo

Illustrare le caratteristiche della formula imprenditoriale di Banca Mediolanum nel contesto evolutivo del sistema bancario italiano, evidenziandone le caratteristiche distintive rispetto ad altri modelli di banca e le determinanti del suo successo.

Articolazione della ricerca

  1. Linee evolutive dei modelli di banca nel contesto italiano

In questa parte verrà formulata una classificazione dei modelli di banca che si sono affermati negli anni recenti a seguito dell’evoluzione del contesto competitivo e normativo del sistema bancario italiano.

  1. Le condizioni di successo dei modelli di banca nelle relazioni con la clientela

In questa parte verrà formulata una ipotesi teorica delle condizioni che determinano il successo reddituale e di mercato delle banche nelle relazioni di clientela. La tesi centrale che si intende dimostrare è che per avere successo le banche devono definire una formula imprenditoriale capace di creare valore per gli stakeholder di riferimento. In particolare, si insisterà sulla necessità di orientare il sistema di erogazione e i meccanismi operativi alla soddisfazione della clientela obiettivo

  1. Il caso Banca Mediolanum

In questa parte, che rappresenta la sezione centrale del lavoro, verrà illustrato il caso di Banca Mediolanum, descrivendo le caratteristiche della sua formula imprenditoriale. In particolare, si illustrerà l’orientamento strategico di fondo della Banca, le soluzioni adottate in materia di struttura organizzativa, sistema di erogazione, sistema informativo e meccanismi operativi, eventualmente nella loro evoluzione storica, evidenziando le motivazioni delle soluzioni adottate. In conclusione, verranno esaminati gli indicatori che si riterranno utili per illustrare il successo della formula imprenditoriale.

Metodologia di ricerca

Le prime due parti del lavoro si baseranno sui risultati della letteratura in materia, sull’osservazione empirica dei componenti il gruppo di ricerca e sulle statistiche disponibili per il sistema bancario italiano.
La terza parte richiederà un lavoro di analisi molto approfondita delle caratteristiche della Banca. Tale lavoro si svolgerà esaminando la documentazione messa a disposizione dalla Banca stessa e conducendo interviste ai dirigenti delle varie funzioni aziendali e a un campione di dipendenti e collaboratori selezionati dalla Banca in coerenza con le esigenze di indagine che verranno formulate dal gruppo di ricerca.

Composizione del gruppo di ricerca

Responsabili della ricerca saranno il prof. Alessandro Carretta, ordinario di Economia degli Intermediari Finanziari presso l’Università di Roma Tor Vergata e il prof. Luciano Munari, ordinario di Economia degli Intermediari Finanziari presso l’Università di Parma, con la supervisione del prof. Roberto Cafferata, ordinario di Economia e Gestione delle Imprese presso l’Università di Roma Tor Vergata, Presidente dell’AIDEA. Nel rispetto dei limiti previsti dall’accordo quadro tra Banca Mediolanum e AIDEA, verranno coinvolti nella ricerca altri studiosi i cui nomi verranno comunicati alla Banca nel corso della ricerca.

Tempi di svolgimento della ricerca

La ricerca terminerà entro 12 mesi dall’avvio ufficiale dei lavori. Durante lo svolgimento della ricerca è previsto almeno un incontro intermedio, la cui data verrà concordata con la Banca, per verificare lo stato di sviluppo del lavoro e discutere i risultati parziali raggiunti.

 

Posts Correlati