DECISIONI ASSUNTE DALL’ASSEMBLEA AIDEA DEL 1° DICEMBRE 2016

5 dicembre, 2016 0 comments

Cara Accademica, caro Accademico,

ritengo opportuno aggiornarTi su alcune importanti decisioni assunte nel corso dell’Assemblea dei Soci AIDEA tenutasi a Bologna il 1° dicembre scorso.

In quella sede, tra gli altri argomenti posti all’ordine del giorno, ho rappresentato ai Soci presenti lo stato dell’arte dei rapporti tra AIDEA e le Società Scientifiche dell’area economico-aziendale (punto 4 dell’OdG); su questo tema è condivisa l’opinione che i rapporti tra gli aziendalisti non possano che tendere verso una sempre maggiore unitarietà, e questo fondamentalmente per due ragioni:

  • la prima, di matrice culturale, che riconosce il valore insito nell’unità dell’Economia Aziendale italiana e che presuppone la valorizzazione delle specializzazioni settoriali in un comune alveo culturale;
  • la seconda, di carattere più operativo, che attiene alla necessità di presentare le istanze dell’aziendalismo italiano in maniera compatta, facendo sentire una sola voce nei confronti dei nostri interlocutori esterni (Ministero, ANVUR, Comunità accademica, mondo professionale, e così via).

La necessità dell’unitarietà delle discipline economico-aziendali, per le ragioni anzidette, non è certo una novità di questi giorni. Già da diverso tempo, e già prima della mia presidenza, abbiamo avuto diverse occasioni di condivisione con le altre Società Scientifiche, proprio nel solco delle due motivazioni che ho sinteticamente abbozzato: in collaborazione con le altre Società Scientifiche abbiamo organizzato i convegni AIDEA di Lecce (2013), Piacenza (2015) e stiamo organizzando quello di Roma (2017); sempre in collaborazione con le Società Scientifiche di area economico-aziendale abbiamo predisposto diversi documenti presentati alle Istituzioni competenti; abbiamo rinnovato, dopo un lungo lavoro, il Journal Rating delle riviste internazionali e avviato il percorso per quello delle riviste nazionali. Su queste direttrici, proprio in questi anni, si è anche sviluppata e consolidata la collaborazione con i Colleghi appartenenti al settore scientifico-disciplinare di Scienze Merceologiche, con l’intento di condividere le questioni di maggiore rilievo con tutti i Colleghi appartenenti al “Macrosettore 13/B – Economia Aziendale”.

Ho avuto modo di sottolineare ai Soci presenti in Assemblea che le iniziative comuni realizzate dimostrano che siamo riusciti a fare molti passi nel segno dell’unità, anche se il modello attuale è caratterizzato da una faticosa frammentarietà/destrutturazione dei rapporti, abbinata a un soggettivismo naturale, che porta a processi decisionali lenti e con “tempi di risposta” spesso troppo lunghi. Sono tempi a volte incompatibili con le necessità di un contesto istituzionale che richiede un monitoraggio “dedicato”, analisi approfondite con conoscenze e attitudini specifiche e feedback precisi e veloci, il più possibile unitari e sempre di respiro complessivo e consapevolmente prospettico.

Le Società Scientifiche dell’area di Economia Aziendale condividono da tempo un’idea di collaborazione che, sia pure nel rispetto delle specificità culturali che caratterizzano ciascun settore scientifico-disciplinare, possa offrire a tutti gli studiosi del “Macrosettore 13/B” un valido supporto associativo teso a rafforzare gli elementi di unitarietà che contraddistinguono gli studi di matrice economico-aziendale del nostro Paese. Molto è stato fatto, ma molto resta ancora da fare.

Per le ragioni accennate, insieme ai Presidenti delle Società Scientifiche di area economico-aziendale, è stato avviato un percorso teso a facilitare la realizzazione di un modello organizzativo e operativo maggiormente integrato, secondo un programma che qui di seguito riporto sinteticamente:

  • delineare con chiarezza le ragioni culturali e strategiche poste a fondamento di una rinnovata unitarietà degli economisti-aziendali italiani;
  • tratteggiare un modello di governance che permetta di superare le difficoltà operative connesse al coordinamento (attualmente di specie informale);
  • definire, alla luce dei punti precedenti, le aree di attività di ciascuna Associazione al fine di poter fornire a tutti i Soci servizi utili e, al tempo stesso, efficienti;
  • razionalizzare i meccanismi associativi per i Soci (ad esempio, per quanto attiene all’entità delle quote di iscrizione).

Il Consiglio Direttivo AIDEA, supportato anche dalla volontà espressa da tutti i Presidenti delle Società Scientifiche dell’area economico-aziendale, ha quindi proposto ai Soci presenti in Assemblea la costituzione di una Commissione (formata dal Presidente AIDEA e da tutti i Presidenti delle Società Scientifiche) che entro la data prevista per il prossimo Convegno Nazionale AIDEA (settembre 2017) provi a proporre soluzioni strategiche e operative volte a raggiungere gli obiettivi sopra richiamati.

I Soci intervenuti hanno espresso il loro apprezzamento per la proposta, dando all’unanimità mandato al Consiglio Direttivo di procedere secondo le linee qui succintamente riportate. Inoltre, con riferimento al punto successivo posto all’ordine del giorno, si è deliberato all’unanimità di convocare l’Assemblea per il rinnovo delle cariche associative di AIDEA nel mese di settembre 2017, in occasione del Convegno Nazionale AIDEA; in questo modo, il nuovo Consiglio Direttivo potrà essere eletto in base alle regole che discenderanno dalle possibili modifiche statutarie che l’Assemblea deciderà di approvare all’esito del lavoro che la Commissione formata dai Presidenti di AIDEA e delle Società Scientifiche avrà modo di svolgere nei prossimi mesi.

Al termine dell’Assemblea, ringraziando tutti gli intervenuti per la fiducia accordata, ho comunque precisato che:

  • ad evidenza, l’Assemblea di settembre dovrà essere convocata per il rinnovo delle cariche associative di AIDEA anche nell’ipotesi in cui non si addivenisse alla condivisione di una proposta di modificazione statutaria in linea con il “modello” sopra accennato; in questo caso, infatti, il Consiglio Direttivo e il Collegio dei Revisori saranno eletti secondo le regole fissate dallo Statuto attualmente in vigore;
  • pur essendo realistico pensare che l’esito finale del processo possa raggiungersi non prima del mese di settembre 2017 (nel corso dell’Assemblea AIDEA che si terrà in occasione del Convegno Nazionale), sarà mia cura aggiornare tutti i Soci sull’avanzamento dei lavori in occasione dell’Assemblea che si terrà in primavera per l’approvazione del Bilancio consuntivo 2016.

Ti ringrazio per l’attenzione e, in attesa di poterTi incontrare, colgo l’occasione per formulare a Te e ai Tuoi cari i miei migliori auguri per un sereno Santo Natale e per un felicissimo 2017.

Paolo Andrei

Posts Correlati