AIDEA: blog e social networks

8 novembre, 2013 0 comments

 

 

AIDEA dispone da oltre un anno di un proprio blog  (LPD, “la partita è doppia”) ed è presente con proprie pagine sui principali social networks, al fine di:

-        creare nuove connessioni per una comunicazione  tra Accademici e tra questi  e soggetti esterni, interessati all’Economia Aziendale

-        diffondere il punto di vista degli Aziendalisti su temi generali o specifici

-        creare un supporto per il rafforzamento e la condivisione di una cultura aziendalistica

La comunicazione istituzionale di AIDEA rimane assegnata agli strumenti già esistenti e non è previsto nessun travaso o affiancamento tra comunicazione istituzionale e comunicazione non istituzionale qui descritta. In particolare, di regola, non verranno ripetute sui social network le notizie che siamo soliti ritrovare sul sito web istituzionale, come notizie di eventi e scadenze associative. Non sono previsti travasi neppure nel senso contrario.

 I temi della comunicazione non istituzionale  già presenti sul blog sono i seguenti:

-        fatti di attualità relativi alle istituzioni o alle aziende

-        ricerca scientifica

-        sistemi educativi e  vita universitaria.

Altri filoni di analisi e discussione possono essere avviati dagli utenti, coerentemente con le finalità e gli interessi della nostra Accademia.

La comunicazione non istituzionale di Aidea si articola su questi canali:

 -       blog “La partita è doppia”

-        pagina Facebook Accademia AIDEA

-        account twitter AIDEA

-        account LinkedIn AIDEA

Il blog “La partita è doppia” (LPD) nasce prima di tutto per trasmettere e conservare il punto di vista degli accademici su temi di attualità. La spiegazione circa il titolo prescelto  è all’interno del blog.

Possono contribuire a  LPD  tutti i soci Aidea e, con una certa flessibilità, altri soggetti non aderenti ad Aidea, ma comunque portatori di idee ed esperienze sui temi suddetti nell’ottica dell’Economia Aziendale.

LPD propone testi di lunghezza varia, compresa tra il post breve di 500 caratteri e  l’editoriale classico di 5000 battute, fino al testo un poco più lungo. Propone testi che hanno una origine differenziata. Sono testi nati per LPD o anche testi pubblicati su quotidiani o blog diversi e ripresi da LPD per tenere testimonianza delle valutazioni e delle opinioni aziendalistiche in circolazione. I testi nati per LPD o comunque qui pubblicati per la prima volta rimangono nella proprietà intellettuale dell’autore e possono essere ripubblicati, con qualsiasi modificazione ritenuta opportuna, su quotidiani o altri mezzi di comunicazione. I giornalisti sono espressamente autorizzati a utilizzare testi pubblicati su LPD a condizione che vengano citati l’autore e la fonte. Questi testi sono definiti “op-ed” [1], ossia seguono lo schema logico e narrativo degli editoriali indipendenti che si possono ritrovare su un autorevole quotidiano, ed hanno carattere di indipendenza rispetto al contenitore comunicativo che li veicola e impegna il giudizio dell’autore. Si riferiscono di regola a temi di attualità. Non hanno carattere scientifico ma  natura di brevi (brevissimi) position paper. In via principale il testo proposto deve essere molto chiaro e diretto. Non deve avere citazioni e linguaggio scientifico. Ovviamente l’opinione espressa è quella dell’autore e non impegna AIDEA.

 

Come posso seguire i nuovi contenuti su La partita è doppia ?

Andando a cercare le novità sulla pagina: http://www.accademiaaidea.it/op-ed/ 

Come posso seguire i nuovi contenuti dei social network Facebook e Twitter ?

Alla medesima pagina http://www.accademiaaidea.it/op-ed/ ci sono due finestre che riportano i titoli dei contenuti esposti sui due social network. Basta scegliere e cliccare. Gli utilizzatori più esperti possono seguire le regole proprie di Facebook e Twitter e diventare “amici”.

Come posso seguire i nuovi contenuti su LinkedIn ?

Iscrivendomi al gruppo “Accademia Aidea” 

Posso contribuire a “La partita è doppia”  e come lo posso fare ?

Posso alimentare il flusso di notizie sui social network ?

Certo che puoi. Lo puoi fare con le regole proprie di WordPress, di Facebook, di Twitter e di LinkedIn (utente esperto) o puoi mandare i tuoi contributi all’indirizzo lapartitadoppia@gmail.com  (utente meno esperto).

 

LPD non è in tutto e per tutto un blog. In realtà ha in comune con un blog l’indice temporale principale. A differenza di un blog esistono regoli editoriali esplicite e una classificazione secondaria dei contributi per autore e per tema.

Gli account aperti sui social network (Twitter, Facebook e LinkedIn) hanno il compito principale di segnalare nei propri ambiti l’uscita di un nuovo op-ed su LPD. Per questa ragione, essendo rivolti all’esterno di AIDEA, la connessione al network è concessa a chiunque la richieda, anche se  non socio Aidea. Lo scopo e’ quello di “allargare” la comunicazione verso l’esterno e quindi miriamo ad avere tanti più “amici” quanto è possibile.

I tre social network hanno un proprio secondo compito, diverso caso per caso.

Facebook ha l’obiettivo di mettere in circolazione tra gli accademici (e comunque tra gli “amici”) segnalazioni di articoli e altro che vale la pena leggere. Ad esempio: un articolo sull’Economist sul ranking internazionale degli studi aziendalistici vale sicuramente una immediata segnalazione su Facebook Aidea.

Twitter  ha il proprio obiettivo specifico nel veicolare punti di vista telegrafici che interessano un aziendalista e che meritano successivamente un approfondimento. Ad esempio: se esce una norma che consente di elevare la tassazione nei riguardi dei fuori-corso è opportuno segnalare la notizia con una battuta o un interrogativo.

LinkedIn  ha il proprio compito specifico nel mettere in circolazione contenuti o materiali di carattere più tecnico / professionale.

C’è naturalmente consapevolezza sul fatto che la diffusione dell’uso dei social network tra gli accademici è modesta. La ragione è anche nel fatto che non è facile individuare in questi luoghi contenuti interessanti per l’ottica aziendalistica. Nonostante lo scarso utilizzo tra gli accademici, l’uso dei social network da parte di AIDEA può avere un traguardo nella diffusione dell’economia aziendale ai vari livelli.

La responsabilità di LPD e della presenza di AIDEA sui social network è del Consiglio Direttivo AIDEA, che può in ogni modo intervenire nel senso che ritiene opportuno. La gestione è stata affidata dal Consiglio Direttivo al collega accademico prof. Giulio Tagliavini (Università di Parma), che è sempre lieto di accogliere tutta la collaborazione che vorremo offrire sul piano redazionale e di contributo al dibattito sul blog.




[1] Nel giornalismo anglosassone con op-ed si intende un singolo articolo, o una raccolta di articoli, a firma di opinionisti esterni alla redazione del giornale su cui avviene la pubblicazione, e non necessariamente in linea (anzi eventualmente in qualche misura in disaccordo) con le tendenze del giornale stesso. Il nome deriva dalla locuzione opposite the editorial page, che indica la pagina interna del giornale prospiciente la pagina degli editoriali, ossia di quei commenti – spesso non firmati – che invece esprimono direttamente il pensiero del comitato editoriale del giornale; è infatti proprio su tale pagina che di solito, nella tradizione anglosassone, venivano e vengono tuttora pubblicati i commenti degli ospiti. (WIKIPEDIA)

 

Posts Correlati