Francesco Vermiglio nel Consiglio per l’Economia della Santa Sede

Alessandro Carretta 18 marzo, 2014 0 comments

Il prof. Francesco Vermiglio, docente dell’Università di Messina e Accademico AIDEA, è stato nominato da Papa Francesco membro laico delConsiglio per l’Economia. L’organo, che si occuperà dell’economia vaticana, si compone di quindici membri, otto porporati e sette esperti laici: rimarrà in carica per un quinquennio e nasce a pochi giorni di distanza dall’istituzione della Segreteria per l’Economia, in pratica il “ministero delle Finanze” vaticano, guidato dal cardinale australiano George Pell. 
A coordinare il Consiglio per l’economia sarà il porporato tedesco Reinhard Marx, arcivescovo di Monaco e Frisinga. Gli altri cardinali membri del Consiglio per l’economia sono: Juan Luis Cipriani Thorne (arcivescovo di Lima), Daniel N. DiNardo (arcivescovo di Galveston-Houston), Wilfrid Fox Napier (arcivescovo di Durban), Jean-Pierre Ricard (arcivescovo di Bordeaux), Norberto Rivera Carrera (arcivescovo di México), John Tong Hon (vescovo di Hong Kong) e Agostino Vallini (vicario del Papa per la diocesi di Roma). I sette laici  sono l’economista maltese Joseph F. X. Zahra, che avrà il ruolo di vice coordinatore, già nominato da Papa Francesco presidente della Commissione referente di studio e di indirizzo sull’organizzazione della struttura economico-amministrativa della Santa Sede; Jean-Baptiste de Franssu (Francia), Enrique Llano Cueto (Spagna), Jochen Messemer(Germania), George Yeo (Singapore), tutti già membri della commissione per la riforma economica del Vaticano nominata da Bergoglio. Tra le new entry Francesco Vermiglio, unico italiano nella rosa selezionata dal pontefice, e il canadese John Kyle.

Posts Correlati